Torna al menu
L'infanzia Gli esordi Il Nuovo San Carlino La famiglia  
  Le polemiche La villa Santarella Scrissero di lui Aneddoti
Le gallerie fotografiche Io sò Sciosciammocca Miseria e Nobiltà Tutto per mio fratello Chi è di Scena

Per scaricare i file
(in formato pdf) cliccare sul link sotto l'immagine.

Per visualizzare i file pdf bisogna avere installato sul computer Acrobat Reader.


Mariuolo de 'na pizza - De Muto
Scarica il file pdf (31,2 MB)






Mariuolo de 'na pizza - Cennerazzo
Scarica il file pdf (20,5 MB)

Mariuolo de 'na pizza - Salvo
Scarica il file pdf (18,2 MB)


Trascriviamo qui per la prima volta la farsa Feliciello Sciosciammocca mariuolo de ’na pizza, ricordata in tante memorie e in moltissimi aneddoti sulla storia del teatro napoletano. Si tratta dell'opera che segna la nascita di Felice Sciosciammocca, e che valse al giovanissimo Eduardo Scarpetta la scrittura nella compagnia di Antonio Petito. Infatti, mercoledì 7 giugno del 1871, al Teatro Partenope, il diciottenne Eduardo Scarpetta si presentò al pubblico con una farsa che gli aveva passato il suo collega Raffaele Marino. Era una vecchia opera, intitolata Pulcinella spaventato da un cadavere di legno, attribuita a Enrico Parisi, un attore che l'aveva probabilmente interpretata al Partenope insieme allo stesso Marino. Scarpetta, che da tre anni lavorava in diverse compagnie e in piccoli ruoli, non poteva immaginare che quella farsa sarebbe stata il punto di svolta della sua carriera, e avrebbe segnato una tappa fondamentale nel teatro dialettale napoletano.

Scarica la trascrizione






"I manoscritti contenuti in questa pagina sono di proprietà della Biblioteca Lucchesi–Palli. La trascrizione è a cura del prof. Antonio Pizzo.
E' vietata ogni e qualsiasi riproduzione per fini commerciali"


"Tutto il materiale, testi e immagini, presente su questo sito è di esclusiva proprietà di Mario Scarpetta.
E' vietata ogni e qualsiasi riproduzione per fini commerciali"